Pulizia del vetro dell'acquario: come pulire il vetro senza graffiarlo

Ogni proprietario dell'acquario si porrà rapidamente la domanda: pulire il vetro dell'acquario, ma come? Un leggero sporco del pannello interno è abbastanza normale. Come principiante devi prima sviluppare una certa scioltezza e accettare il problema in modo semplice. Se, tuttavia, vi è una forte infestazione di alghe e un forte sporco, è necessario controllare i valori dell'acqua e pulire le finestre dell'acquario. Si dovrebbe comunque tenere d'occhio i valori dell'acqua su base regolare. Quando si pulisce il vetro dell'acquario, spegnere sempre tutto dispositivi tecnici che forniscono l'acquario. Altrimenti esiste il pericolo di scosse elettriche potenzialmente letali. Di norma, il vetro deve essere pulito ogni 4-5 giorni in modo che non si verifichino depositi fastidiosi di calce o alghe. 

Quando l'acquario è in esecuzione, la pulizia dei dischi dell'acquario dovrebbe far parte della routine. Quindi hai sempre una visione chiara della vita interiore nel serbatoio e puoi goderti la vita sottomarina - Come pulire le finestre dell'acquario senza graffiarle, ti mostriamo nel seguente articolo.

Pulizia del vetro dell'acquario

Perché il vetro dell'acquario si sporca?

Prima o poi calce, alghe o sporco si depositano sui dischi dell'acquario. Diverse specie di lumache, che si nutrono anche di alghe che crescono sui dischi dell'acquario, sono detergenti naturali. Tuttavia, non rimuovono tutto lo sporco che normalmente si nutrono solo di alghe giovani. Il pesce gatto della famiglia dei pesci gatto dell'antenna aiuta anche a pulire le finestre dell'acquario. La loro capacità di attaccarsi ai dischi dell'acquario o altri oggetti facilita la loro ricerca di cibo. I pesci gatto si nutrono di resti di piante e cibo e di alghe testarde. Ciò mantiene puliti la decorazione, il pavimento e i vetri. Tuttavia, è necessaria una regolare pulizia del vetro dell'acquario e non si dovrebbe mai acquistare le specie sopra menzionate senza coordinarsi esattamente con lo stock rimanente del serbatoio.

Pulizia del vetro dell'acquario

Le alghe nell'acquario sono un grosso fastidio. Alcuni proprietari di acquari hanno rinunciato al loro hobby a causa delle fastidiose alghe. Tuttavia, ci sono molti modi per combattere le alghe e prevenirne la diffusione. Ma cosa sono le alghe? Le alghe sono un termine collettivo per un'enorme varietà di creature viventi. Ciò include tutte le piante che non appartengono ai muschi (corno, fegato e muschi delle foglie) e piante superiori (piante di licopodi, felci e piante da seme). Oltre agli organismi microscopici a cellula singola o alle forme filamentose, includono anche macroalghe, come alghe fino a 60 m di lunghezza. Le alghe hanno un significato importante per la vita sulla terra. Sono presenti ovunque nel nostro ambiente nella loro forma più piccola, proprio come batteri, virus e altri microrganismi. Applicato ai nostri acquari, ciò significa che a causa della loro onnipresenza l'acquario difficilmente può essere tenuto libero dalle alghe. La pulizia del disco dell'acquario dovrebbe comunque essere di routine.

Pulisci vecchia EC

Pertanto, dovrebbe essere chiaro a ogni proprietario dell'acquario che le alghe appartengono semplicemente all'acquario. Non esiste un acquario senza alghe. Anche la migliore cura e pulizia non aiuteranno. Ci sono acquari, in cui otticamente non si vedono alghe. Questi si trovano tuttavia in forma molto piccola, in parte solo come organismi unicellulari, principalmente nel cosiddetto biofilm. Questo è un rivestimento su tutte le superfici dell'acquario che contiene vari microrganismi e alghe. Questa non è una cosa negativa, ma molto importante per l'equilibrio ecologico nell'acquario. Il biofilm funge anche da alimento per molti animali che mangiano la crescita. Ogni custode dell'acquario dovrebbe essere consapevole che dopo la creazione di un acquario, le alghe si formano sempre più. È normale che un acquario di recente costituzione attraversi una fase di diatomee. Questo viene quindi sostituito da una fase di alghe verdi. A lungo termine, tuttavia, un acquario senza alghe visibili è del tutto possibile, anche per i principianti dell'acquario. A tal fine, è necessario prestare attenzione a determinati cardini e alle cause dello sviluppo della crescita delle alghe. Tuttavia, ciò non ha impedito la pulizia del vetro dell'acquario.

Pulisci i vetri dell'acquario senza graffiarli con questi ausili

Pulire la vecchia carta di credito / EC nell'acquario. Vetro

Per poter pulire le finestre dell'acquario senza graffiare, si consiglia vivamente una vecchia carta di credito / EC. Bisogna comunque assicurarsi che le carte siano veramente pulite e non già graffiate o rotte, altrimenti questi lasciano piccoli graffi e ologrammi poco attraenti quando si pulisce la finestra dell'acquario. È anche importante assicurarsi che non vi siano piccole pietre tra la scheda EC e il disco dell'acquario. Quando pulisci la finestra, pulisci la scheda avanti e indietro - se c'è una piccola pietra in mezzo, i graffi sono preprogrammati. Tuttavia, le vecchie carte di credito e EC sono molto adatte per pulire il vetro dell'acquario, se è necessaria una certa cautela.

Geodreieck all'acquario Rondella pulita

Raschietto del ghiaccio dall'auto all'acquario Pulire la finestra

Anche i raschiaghiaccio della macchina sono molto adatti per mantenere pulito il vetro dell'acquario. Come per la carta EC, è necessario prestare una certa attenzione, poiché le piccole pietre possono facilmente causare graffi, il che è molto fastidioso. Inoltre, il raschiaghiaccio dovrebbe essere pulito bene prima di pulire il vetro dell'acquario (non con detergenti chimici), perché questo è spesso carico di residui di antigelo e detergenti per vetri.

Geodriangle all'acquario Pulisci la finestra

Il triangolo geografico è adatto anche per la pulizia delle finestre dell'acquario. Lo stesso vale qui per le due alternative sopra menzionate. Piccoli graffi sul vetro causeranno rapidamente graffi poco attraenti se si frappongono tra il triangolo e il riquadro dell'acquario. Prima di utilizzare nuovamente il triangolo, assicurarsi che sia pulito.

Ovatta dell'acquario

Ovatta dell'acquario

Il cotone idrofilo per acquari è particolarmente adatto per la pulizia dei vetri dell'acquario. Il materiale morbido previene i graffi sul disco e ti dà una visione chiara. Depositi e alghe possono essere rimossi delicatamente e facilmente. Inoltre, la lana di cotone dell'acquario protegge le articolazioni in silicone ed è priva di sostanze chimiche. Pertanto l'uso di cotone idrofilo per acquari è innocuo anche per piante e pesci. Quindi è adatto anche per il disco dell'acquario pulito.

Detergente per magnete alghe del negozio di animali

Detergente per magnete alghe del negozio di animali

Un detergente magnetico è anche un acquisto sensato. Questo è composto da due parti. Una parte si trova sul lato interno del serbatoio e rimuove lo sporco dal vetro dell'acquario mediante lame o lana d'acciaio. L'altra parte è attaccata all'esterno dell'acquario. A causa dell'effetto magnetico, la parte interna può essere spostata avanti e indietro attraverso la maniglia esterna senza dover accedere all'acquario. Ciò semplifica la pulizia del vetro dell'acquario senza graffiarlo. Naturalmente, è anche importante assicurarsi che non ci siano piccole pietre o particelle tra le due parti magnetiche, poiché ciò può facilmente causare graffi sul vetro del pannello.  

Detergente per asta / lama da negozi di animali

Il vetro dell'acquario può anche essere perfettamente pulito con un detergente per aste o un detergente per lame senza alcun contatto con l'acqua. I detergenti per aste sono disponibili in diverse varianti e design, ma di solito all'estremità dell'asta è fissata una lama con cui è possibile pulire facilmente il vetro dell'acquario. Anche qui devi assicurarti che non ci siano piccole pietre o qualsiasi altra cosa intrappolata tra la lama e il vetro per evitare graffi sul pannello.

Pulizia del vetro dell'acquario: non solo con questi strumenti.

È meglio non usare alcuni utensili per pulire il vetro dell'acquario. Ciò può essere dovuto al fatto che possono contenere sostanze chimiche che possono essere dannose per gli abitanti dell'acquario, ma anche perché rappresentano un pericolo reale durante la pulizia.

Pulisci il vetro dell'acquario:

Lama del rasoio

Con un rasoio usa e getta commerciale puoi pulire i vetri dell'acquario, in modo da rimuovere anche lo sporco più ostinato. Tuttavia, non è raccomandato, in quanto vi è un rischio molto elevato di lesioni qui. Una volta scivolato via e ti sei già tagliato male, un incidente che sicuramente è già accaduto all'uno o all'altro acquariofilo. Inoltre, le lame possono essere guidate sul disco solo nella direzione prevista: se si sposta il rasoio lateralmente, possono comparire rapidamente graffi e ologrammi poco attraenti.

Spugna per la pulizia della casa

Quello che dovresti assolutamente evitare quando pulisci il vetro dell'acquario è usare una spugna per la pulizia disponibile in commercio dalla casa. Questi non sono progettati per l'uso in un ecosistema chiuso, come un acquario. Possono anche essere contaminati da sostanze chimiche come detersivi per piatti, in alcuni casi prima che siano mai stati utilizzati in casa. Ciò significa che le spugne detergenti possono rilasciare sostanze molto dannose per l'acqua dell'acquario e dannose per gli abitanti del serbatoio. Inoltre, l'eccessivo attrito con una spugna disponibile in commercio può facilmente causare graffi al disco. Ciò è particolarmente fastidioso nell'acquaristica, che è decisamente caratterizzato dall'estetica.

Acquario esterno Vetro pulito

Il riquadro esterno non si sporca velocemente come l'interno dell'acquario. Tuttavia, sporco, impronte digitali, polvere e, soprattutto, calcare devono essere rimossi dal riquadro esterno. Per poter pulire la finestra dell'acquario, disponibile in commercio lavavetri può essere utilizzato. Per pulire il vetro, basta spruzzare un panno con un detergente per vetri e pulire le finestre dell'acquario con il panno. Assicurarsi che nessun detergente per parabrezza penetri nella piscina. Non solo i bordi della calce sull'acquario sembrano poco attraenti, ma sono anche particolarmente testardi e spesso non possono essere rimossi con acqua e detergente per vetri. Con semplici rimedi domestici, tuttavia, puoi sbarazzarti rapidamente dei fastidiosi depositi di calce: ad esempio, immergi un giornale o qualcosa di simile nell'aceto e immergi le aree calcificate con esso. Se la calce non è stata ancora completamente rimossa, il pannello esterno può essere imbevuto di acido citrico. Sebbene questi due agenti non siano dannosi come i detergenti chimici, non devono entrare nell'acqua dell'acquario.

Pulizia del vetro dell'acquario: come pulire il vetro senza graffiarlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITIT